la storia di puerto de la cruz

La Storia della Città di Puerto de la Cruz.

Tra pescatori e turisti.
Dopo la capitale Santa Cruz, Puerto de la Cruz è la seconda città più grande sull’isola di Tenerife. Oggi la città conta oltre 30.000 abitanti. Puerto de la Cruz è principalmente conosciuta come una delle più famose
mete turistiche delle Isole Canarie – è una località balneare famosa nel mondo, ma vanta anche un passato
ricco e una storia interessante.

Le origini

Le origini della città di Puerto de la Cruz risalgono ai principi del 1500. Nel lontano 1502 le attività principali
si basavano sul porto cittadino – Puerto de la Cruz fu popolata soprattutto da pescatori e la pesca contava
tra le attività economiche prevalenti. In questo la città all’epoca non si distingueva dalle altre città delle
Isole Canarie.

La maggior parte degli abitanti dipendevano ancora ,quasi interamente, da La Orotava, un nucleo centrale per la popolazione locale. Solo nel 1603 anche a Puerto de La Cruz viene costruita una chiesa e con essa la piazza. Un primo passo è fatto, ma ancora non conta come vera e propria città.

Con la Real Provisíon (3 Maggio 1651) di Felipe IV fu finalmente approvata l’autorizzazione per città di Puerto de La Cruz. In ogni modo il nome attuale risale solo al 1808 – anno in cui la città di Puerto de La Cruz ricevette l’autonomia piena da parte di La Orotava.
Con l’aumento del commercio locale, la città continua a crescere e si trasforma rapidamente nel più importante porto marino dell’intera isola di Tenerife.
Una fortuna che in ogni caso è da attribuirsi ad un evento alquanto triste: nell’anno 1706 l’eruzione del vulcano Teide distrusse completamente il vicino porto del Garachico.
Verso la fine del 19esimo secolo arrivarono i primi turisti, principalmente inglesi. Solo dopo il 1950 la città inizia veramente a crescere e a diventare una vera e propria roccaforte del turismo.

Meteo e clima in Tenerife
L’ eterna primavera sull’isola di Tenerife! Temperature e cilma a Puerto de la Cruz.
Il clima sull’isola di Tenerife è soprattutto influenzato dai cosiddetti alisei: si tratta di venti caldi che sono d’intensità costante e direzione regolare.
Le acque dell’oceano che circondano l’isola sono mitigate dalle calde correnti provenienti dal Golfo del Messico.

Quindi a Tenerife si può godere di un clima molto mite durante l’intero arco dell’anno – una primavera che dura in eternità! Inoltre la vicinanza dell’isola all’equatore crea una gran varietà di microclimi che si rispecchiano nella fauna, la flora e anche nella topografia di Tenerife.

Temperature perfette
Grazie al clima sempre primaverile, le temperature medie giornaliere in sostanza presentano solo minimi cambiamenti stagionali: le temperature massime variano tra 29°C in estate e 20°C in inverno, mentre le temperature minime oscillano tra 21°C in estate e 15°C in inverno.

Precipitazioni
Le precipitazioni sono piuttosto scarse durante tutto l’anno e le piogge si concentrano nel periodo tra dicembre e febbraio, risultando in una media annuale di soli 215 mm. L’isola di Tenerife quindi non solo offre inverni caldi e soleggiati, ma grazie ai livelli di umidità molto bassi anche d’estate, il clima non è per nulla afoso. La parte settentrionale è generalmente più piovosa e umida rispetto alla costa meridionale, che si presenta più secca ed arida. Questo fenomeno meteorologico consegue soprattutto a causa dei diversi rilievi sull’isola: in primo luogo il Teide, che ostacola i venti dal nord

PROGETTO PORTO SPORTIVO PUERTO DE LA CRUZ

Il Cabildo de Tenerife e la città di Puerto de la Cruz hanno deciso di avviare il progetto del porto di pesca e marittima Township Park, creato dal gruppo Trace Ingegneria
L’investimento previsto è superiore ai 156,7 milioni di euro. E ‘indicato in una nota del Comune di Puerto de la Cruz, in cui si aggiunge che il progetto prevede una diga che parte del West End di Playa San Felipe, in coincidenza con la Picacho di Meros.
La lunghezza della diga di avviamento sarà 200 metri in due allineamenti rettilinei, mentre la diga occuperà 1.155 metri. una larghezza di 88.35 metri consentira’ la possibilita’ di attracco a quattro navi commerciali come operante tra le isole con una capacità di 700 passeggeri e 120 veicoli e di crociera fino a 80 metri di lunghezza.
Per la zona sportiva ha programmato una capacità di 780 posti: 38 per i grandi yacht, e il resto per imbarcazioni piu piccole , mentre il bacino di pesca, a poco più di 4.642 metri quadrati, ospiterà 24 posti barca per imbarcazioni da 6 a 12 metri in lunghezza.
Per quanto riguarda il progetto del parco marino, la società comunale sottolinea il design di una lastra interna di acqua salata, quindi il flusso di acqua con rinnovi periodici della stessa per consentire il suo utilizzo per le attività nautiche e sportive come scuole di vela, oltre a parcheggio, sala da pranzo e di intrattenimento, aree di mercato e della pesca, commercio e servizi portuali di marketing.

PROGETTO PORTO SPORTIVO PUERTO DE LA CRUZ

L’area dedicata al pubblico sarà 29,721 metri quadrati, con diversi luoghi che ospiteranno i
principali eventi della città, che ha aggiunto alla parte del porto aggiungerà 110.000 metri quadrati di uso pubblico.

Per finanziare il porto , Tenerife Cabildo fornirà 72,2 milioni di euro, che le risorse e gli altri che
possono ottenere a carico progetti ammissibili al Fondo di sviluppo delle Canarie finanziati con
fondi forniti dal governo delle isole Canarie IGTE.